‘Amo La Tua Assenza’ breve scritto inedito

Il tuo cuore ha accoltellato il mio. Non voglio uscirne viva. Agonizzerò nei tuoi occhi color smeraldo, un intenso mare che scuote ogni mio affanno fra increspate schiume. Chissà quando e dove ci rivedremo. La stronza realtà ci tiene separati. Amo la tua assenza perché mi sento inafferrabile nella mia sofferenza. Agognarti è incidere sulla mia pelle le tue iniziali con l’inchiostro. Il futuro è già un lutto se non dovessi più avere te. Gli specchi esplodono al mio grido silenzioso di pensarti. Mio angelo biondo, non hai nessun paradiso, è inutile che lo cerchi. Ci si incontra nello stesso deserto. Nello stesso lago di lacrime nuotiamo con braccia ferite. Cupido che ci ha scagliato la freccia aveva le ali da pipistrello. Veniva dall’inferno di Venere. Respiro strani giorni. Dal teschio del mio cuore è germogliato il candido giglio di te. Ho ingoiato la tua lingua per sentire ciò che dici nel mio stomaco. Negarti significa annientarmi. Quando mi accarezzi, afferro le tue mani con violenza per baciarle. Mani di te. Mani che mi vogliono. Sono rari questi momenti! In auto ci incontriamo e la nostra infanzia ci raccontiamo. Sei l’unica persona che sa raccogliere le mie fiabe e i miei dolori. La mia anima è una sigaretta accesa che lentamente si consuma fra le tue labbra…
Amo la tua assenza perché quando non ci sei ti amo di più.

5 Responses

Leave a Reply