Speciale su Ver Sacrum

Speciale su Ver Sacrum

Perché hai scritto Nero Fluorescente? Nero Fluorescente è nato dalla necessità di esprimermi e di far riflettere sul problema della sordità e della disoccupazione. La sordità è un argomento poco conosciuto e con troppi tabù. Nel romanzo il non udente viene visto con occhi diversi, ho voluto fare tabula rasa ai luoghi comuni affibbiati al sordo. Non ne potevo più di sentire sciocchezze sul loro conto, anche un disabile può essere diverso nel suo ‘diversamente abile’… [prosegui la lettura]              

Erika su l’Avanti

Erika su l'Avanti

             

Erika & Faith and the Muse

Concerto dei Faith and the Muse Supporto: Hexperos e reading di Erika Polignino Prato, Siddharta, 14 novembre 2009 Il ritorno dei Faith and the Muse è stata sicuramente una delle migliori sorprese di questo 2009. Il gruppo di Monica Richards e William Faith è un caso unico nella scena oscura, capace com’è di far evolvere la sua musica in modo creativo e coerente, mantenendo sempre ad un livello elevatissimo la propria proposta. Non da sottovalutare, e il concerto di Prato da questo punto di vista è stato una conferma, è l’alta qualità della band nella dimensione live, sia in termini […]

Nero Fluorescente su Erba della Strega

Si presenta come un romanzo. Ma è tratto da una storia vera. Quindi potrebbe benissimo essere una biografia romanzata. O un autobiografia ridisegnata. O qualsiasi cosa sia. La storia potrebbe sembrare abbastanza semplice, pur nella sua facciata alternativa. La protagonista del romanzo, Viola, è una ragazza sorda, disoccupata… [prosegui la lettura]

Intervista su Erba della Strega

Intervista su Erba della Strega

Il suo libro Nero Fluorescente ha completamente rapito chiunque se lo sia trovato tra le mani. Abbiamo chiesto ad Erika cosa c’è dietro e dentro quelle pagine. Pungente e chiara nella vita come nei suoi scritti, la Polignino si dimostra onesta e limpida, capace di affrontare argomenti duri e dolorosi con piglio deciso e schietto, dote non comune che la eleva mezzo punto sopra la maggior parte dei figuranti di questa sottocultura. Ma lasciamo la parola ad Erika… [prosegui la lettura]